Commercio internazionale: alcune semplici regole per difendersi dalle truffe.

15/04/2016

Commercio internazionale: alcune semplici regole per difendersi dalle truffe.


La crescita ed il rafforzarsi dei flussi di scambio tra paesi e le loro provenienze e destinazioni hanno subito notevoli variazioni nel corso degli ultimi venticinque anni. Il fenomeno, conosciuto oramai come “globalizzazione”, è un processo di cambiamento inarrestabile che modifica profondamente le regole del gioco economico e competitivo, portando le aziende a pensare in un’ottica internazionale.

Tuttavia affrontare i mercati internazionali comporta una serie notevole di difficoltà di varia natura, come per esempio:

  • legislazione e contrattualistica differente nei vari paesi esteri
  • rischio di cambio associato all’uso di differenti valute
  • il rischio politico – economico di alcuni paesi
  • norme doganali diverse da un paese all’altro
  • difficoltà e barriere legate alla lingua
  • usi e costumi commerciali non uguali al proprio paese
  • gestire le lunghe distanze, che possono compromettere la consegna delle merci

 

Per gestire tutte queste difficoltà esistono diversi strumenti giuridici, di cui parleremo in un prossimo articolo.

Adesso vogliamo soffermarci su un altro aspetto insito nel commercio internazionale: le truffe.

E’ incontestabile che con l’aumento delle relazioni d’affari internazionali fra le imprese sono cresciute in modo esponenziale le potenziali truffe a carico delle stesse. La costante innovazione digitale mette a disposizioni dei truffatori sistemi e accorgimenti sempre più sofisticati.

Si assiste cosi a truffatori che riescono a clonare indirizzi email, domini aziendali e a volte interi siti internet appartenenti ad aziende o enti molto noti; dopo iniziano la ricerca di aziende poco accorte per tendere la trappola e ottenere da loro credito o garanzie.

Altre volte costruiscono interi siti internet, strutturati in maniera totalmente funzionale e graficamente accattivanti, inserendo contenuti, intere gallerie di articoli, notizie grandiose sulla ipotetica impresa: peccato che l’impresa in questione sia.. inesistente.

Come facciamo a dire ciò ? Perchè sono molti anni che per i nostri clienti procuriamo visure camerali estere in tutta Europa e in diversi paesi esteri, è ci siamo imbattuti in imprese solo di fantasia, non presenti nel registro imprese del proprio paese. Questo fenomeno è presente sovente nei paesi emergenti o nell’est europa, anche se non esistono zone franche.

Altre volte invece  visure camerali estere e alcuni documenti aziendali hanno permesso di verificare l’incongruenza fra quanto l’azienda dichiari nel proprio sito internet e quanto corrisponda nella realtà.

Per cui raccomandiamo l’adozione di alcune semplici regole quando si vuole fare commercio internazionale o si ricevono proposte commerciali dall’estero:

  • se ricevete una mail da parte di un’azienda estera, non cliccare su qualsiasi contenuto della stessa, ma ricercare autonomamente il sito dell’azienda per verificare anomalie
  • se la mail riporta la firma del legale rappresentante dell’azienda, acquistare una visura camerale estera, per verificare che l’azienda sia esistente, iscritta al registro imprese e il legale rappresentante sia effettivamente colui che ha firmato la mail; inoltre il company extract vi darà ulteriori preziose informazioni sull’impresa, per decidere se approfondire l’affare o meno
  • anche se i dati della visura coincidono con quanto riportato nella mail, è molto utile stabilire un contatto telefonico o telematico con l’azienda

Quanto detto sono alcuni semplici e iniziali passi quando si iniziano relazioni d’affari con l’estero.

C’è inoltre tutta la parte del credito di firma da gestire (Stand By Letter of Credit, Advance Payment

Bond, Performance Bond, eccetera).

Tutte queste garanzie hanno dei costi da sostenere: da molti anni consigliamo ai nostri clienti le informazioni commerciali estero  per verificare che potenziali clienti, fornitori, partner siano affidabili e solvibili, facendo loro risparmiare tempo e denaro!

In questo modo possono concentrarsi solo sugli affari veramente convenienti.